Cosa comporta la non manifestazione del consenso al trattamento dati da parte della persona assistita?

Il consenso è qualsiasi manifestazione di volontà libera, specifica, informata e inequivocabile dell'interessato, con la quale lo stesso esprime il proprio assenso, mediante dichiarazione o azione positiva inequivocabile, al trattamento dei dati personali che lo riguardano (art. 4 GDPR). Il consenso deve essere esplicito nel caso di trattamento di dati sensibili (art. 9 GDPR); la forma scritta è preferibile perché consente più facilmente di provare il consenso. La mancata manifestazione del consenso al trattamento dei dati fa sì che il trattamento non possa essere avviato, a meno che non sussista una differente base giuridica per iniziare il trattamento.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy