ECM per gli iscritti all'Ordine

Nell’anno 2022 l’Ordine degli Psicologi del Lazio offrirà ai suoi iscritti la possibilità di acquisire gratuitamente parte dei crediti ECM

Nell’ultima seduta del 22 novembre, il Consiglio dell’Ordine ha deliberato di assumere un importante impegno in materia di formazione: nell’anno 2022 gli iscritti all’Albo degli Psicologi del Lazio potranno acquisire, con la frequenza degli eventi rientranti nell’offerta formativa dell’Ordine, una parte del proprio fabbisogno di crediti ECM in maniera totalmente gratuita.

A incidere sulla decisione appena assunta, la presa d’atto che il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP) non è stato in grado di rendere operativa la piattaforma per la formazione ECM destinata ai professionisti iscritti nei vari Albi regionali, come invece si era impegnato a fare entro luglio 2021.

Con l’assunzione del suo impegno, l’Ordine degli Psicologi del Lazio intende contribuire a rendere meno gravoso lo sforzo dei suoi iscritti che, prudenzialmente, stanno acquisendo i crediti necessari al soddisfacimento del fabbisogno formativo ECM per il triennio 2020-2022.

Contro la decisione della Commissione Nazionale per la Formazione Continua (CNFC) di estendere l’obbligo ECM a tutti i professionisti iscritti all’Albo l'Ordine ha presentato ricorso dinanzi alla Giustizia amministrativa, registrando tuttavia un esito sfavorevole (clicca qui per saperne di più).

Purtroppo per la giustizia amministrativa l’Ordine degli Psicologi del Lazio non avrebbe legittimità ad agire su questioni di portata nazionale, come la formazione. Sia il ricorso presso il Tar del Lazio sia quello successivo dinanzi al Consiglio di Stato, per la riforma della sentenza di primo grado, non entrano nel merito dell’obbligo ECM, limitandosi ad evidenziare il difetto di legittimazione attiva dell’Ordine regionale.

Anche alla luce di ciò, il consiglio che l’Ordine degli Psicologi del Lazio rivolge a tutti i suoi iscritti è quello di continuare ad acquisire prudenzialmente i crediti necessari all’assolvimento dell’obbligo. Va ricordato, peraltro, come l’obbligo di formazione continua è comunque  previsto dalla deontologia professionale e in questo momento l’ECM è l’unica formazione riconosciuta.

In tal senso l’offerta formativa gratuita dell’Ordine, disponibile dai prossimi mesi, potrà rappresentare un’importante occasione per alleggerire, almeno sotto il profilo economico, lo sforzo richiesto ai professionisti.

Ricordiamo, tra l’altro, che gli psicologi rientrano tra le figure sanitarie che potranno altresì contare sulla riduzione di un terzo (art. 5-bis DL n. 34/2020) prevista dal Decreto Rilancio per chi ha continuato ad esercitare la propria attività durante il periodo dell’emergenza sanitaria da Covid-19, anche se la procedura per il riconoscimento non è stata ancora definita.

Ulteriori aggiornamenti sul tema saranno forniti progressivamente attraverso questo sito web.

 

 

 

 

 

 

 

Con l’assunzione del suo impegno, l’Ordine degli Psicologi del Lazio intende contribuire a rendere meno gravoso lo sforzo dei suoi iscritti che, prudenzialmente, stanno acquisendo i crediti necessari al soddisfacimento del fabbisogno formativo ECM per il triennio 2020-2022, nell’attesa che sulla presunta vigenza dell’obbligo per tutti i professionisti sanitari a decorrere dal triennio in corso si esprima il Consiglio di Stato in via definitiva (clicca qui per saperne di più).

L’Ordine continua a ritenere che ad oggi, in mancanza di un’esplicita previsione di legge, l’ECM riguardi i soli professionisti che lavorano con la sanità pubblica o privata convenzionata (e non anche tutti i professionisti sanitari in virtù della mera iscrizione all’Albo, come invece sostenuto dalla Commissione Nazionale sulla Formazione Continua supportata dal CNOP). Tuttavia, dinanzi alla possibilità che la giustizia amministrativa non sposi tale linea interpretativa, l’Ordine ritiene doveroso mantenere un atteggiamento prudente e invita a conseguire comunque i crediti ECM del fabbisogno triennale, avvalendosi dell’importante opportunità di acquisire gratuitamente crediti attraverso l’offerta formativa disponibile il prossimo anno. In virtù della decisione appena assunta dal Consiglio, il fabbisogno formativo risulterà per lo meno alleggerito sotto il profilo dell’impegno economico richiesto ai professionisti.

Ricordiamo, tra l’altro, che gli psicologi rientrano tra le figure sanitarie che potranno altresì contare sulla riduzione di un terzo (art. 5-bis DL n. 34/2020) prevista dal Decreto Rilancio per chi ha continuato ad esercitare la propria attività durante il periodo dell’emergenza sanitaria da Covid-19, anche se la procedura per il riconoscimento non è stata ancora definita.

Ulteriori aggiornamenti sul tema saranno forniti progressivamente attraverso questo sito web.

Leggi anche: Formazione Continua in Medicina

FAQ (Domande Frequenti)

No, se non diversamente specificato nella pagina dedicata alla specifica iniziativa, gli eventi dell’Ordine non prevedono il rilascio di crediti ECM.

No. L’Ordine può riconoscere al massimo 25 crediti per anno, a prescindere dalla durata del tirocinio supervisionato e dal numero di tirocinanti seguiti. La restante parte del monte crediti ECM dovrà esser conseguita con la frequenza di corsi di formazione che ne prevedono il rilascio o attraverso le altre modalità indicate nel Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario.

È possibile richiedere l’attribuzione dei crediti attraverso il portale del CoGeAPS.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy