Trasferimento a / da altro Ordine regionale

Cosa accade con il trasferimento della propria iscrizione ad un altro Ordine territoriale

È possibile chiedere il trasferimento d’iscrizione ad un altro Ordine regionale presentando all'Ordine del Lazio una domanda con marca da bollo da € 16,00 sul modello disponibile all’interno dell’Area riservata.

Alla domanda deve essere allegata la fotocopia di un documento d’identità, il tesserino d’iscrizione all’Albo e la copia della ricevuta di versamento della quota prevista per l’anno in corso.

È possibile presentare domanda di persona o per posta raccomandata. In tal caso, la documentazione deve essere inviata al Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, via del Conservatorio 91, 00186 Roma.

Il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, delibera il nulla osta al trasferimento, inviando, nei venti giorni successivi, il fascicolo personale del richiedente al Consiglio dell'Ordine di destinazione.

La domanda di trasferimento deve essere presentata all’Ordine di appartenenza, che, deliberato il relativo nulla osta, trasferisce all’Ordine del Lazio l’intero fascicolo personale del richiedente.

No. Per quanto consigliabile, nel caso di una sopraggiunta variazione di residenza o domicilio non si è tenuti a richiedere il trasferimento della propria iscrizione presso un altro Ordine regionale.

Sì. L’iscrizione ad un Ordine regionale consente di svolgere la professione su tutto il territorio nazionale.

No. La quota d’iscrizione va pagata soltanto una volta e deve essere pagata all’Ordine regionale al quale si è iscritti al 1º gennaio dell’anno in cui il trasferimento avviene. A partire dall’anno successivo la quota dovrà essere versata al nuovo Ordine.

Esempio 1
2 febbraio 2021: si presenta la domanda di trasferimento a un altro Ordine regionale;
26 febbraio 2021: il Consiglio dell’Ordine accoglie la richiesta di trasferimento e trasmette il fascicolo personale dell’interessato al nuovo Ordine.
10 marzo 2021: il nuovo Ordine iscrive per trasferimento il professionista interessato.
In questo caso la quota di iscrizione deve essere versata all’Ordine degli Psicologi del Lazio, perché al 1° gennaio l’interessato è iscritto all’Ordine del Lazio. Soltanto dal 2022 il professionista verserà al nuovo Ordine la quota di iscrizione.

Esempio 2
3 dicembre 2021: si presenta la domanda di trasferimento a un altro Ordine regionale;
17 dicembre 2021: il Consiglio dell’Ordine accoglie la richiesta di trasferimento e trasmette il fascicolo personale dell’interessato al nuovo Ordine.
7 gennaio 2022: il nuovo Ordine iscrive per trasferimento il professionista interessato.
La quota di iscrizione deve essere versata all’Ordine degli Psicologi del Lazio, perché al 1° gennaio 2022 l’interessato è iscritto all’Ordine del Lazio. Soltanto dal 2023 il professionista verserà al nuovo Ordine la quota di iscrizione.

Esempio 3
3 dicembre 2021: si presenta la domanda di trasferimento a un altro ordine regionale;
17 dicembre 2021: il Consiglio dell’Ordine accoglie la richiesta di trasferimento e trasmette il fascicolo personale dell’interessato al nuovo Ordine.
30 dicembre 2021: il nuovo Ordine iscrive per trasferimento il professionista interessato.
In tal caso la quota di iscrizione deve essere versata all'Ordine di destinazione, perché al 1° gennaio 2022 l’interessato risulta iscritto per trasferimento al nuovo Ordine.

No, la casella Pec fornita resterà attiva. L'imputazione del costo di gestione verrà tuttavia trasferita al nuovo Ordine di destinazione, senza aggravi per il professionista. 

Il Consiglio dell’Ordine di destinazione assegnerà un nuovo numero d’iscrizione all’Albo. La data dell’iscrizione coinciderà con la data della precedente iscrizione.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy