Supporto tecnico PEC

Come superare difficoltà nell'accesso o nell'utilizzo della propria casella PEC

Sì, l'obbligo di dotarsi di una casella PEC vale per tutti gli iscritti all'Albo, a prescindere dallo svolgimento della professione o dal contesto. Di recente su questo tema è intervenuto il Decreto Semplificazioni (Decreto-legge n. 76/2020), introducendo l’obbligo per gli Ordini professionali di sospendere dall’esercizio della professione gli iscritti all’Albo che, invitati a dotarsi di una casella PEC, non lo abbiano ancora fatto.
 

Sì. Una casella Pec serve sia a inviare sia a ricevere messaggi con valore legale. Altri soggetti potrebbero avere necessità di inviare al professionista un messaggio mediante PEC.

Dotarsi di una casella PEC comporta inoltre alcuni vantaggi. Ad esempio se si avrà bisogno di presentare un’istanza con carattere di ufficialità (come ad esempio la domanda di partecipazione ad un concorso pubblico), lo si potrà fare con un semplice clic e senza alcun ritardo, perché il messaggio raggiungerà immediatamente il suo destinatario.

No, nel caso in cui si fosse già in possesso di una casella PEC, non è necessario dotarsi anche della casella PEC fornita dall'Ordine. È tuttavia obbligatorio comunicare il proprio indirizzo PEC all'Ordine, affinché possa essere registrato all'interno dell'archivio informatico. Per farlo è necessario scrivere dal proprio indirizzo PEC all'indirizzo albo.lazio@psypec.it.

La casella PEC attivata in virtù della convenzione stipulata con il gestore certificato Aruba PEC è gratuita per il professionista, in quanto è l'Ordine a provvedere al pagamento del costo di gestione.

La casella PEC fornita gratuitamente ha una capacità di archiviazione di 1 GB.

Nel caso in cui si volesse tuttavia ampliare lo spazio di archiviazione è necessario provvedere autonomamente all'acquisto del servizio.

Sì, la normativa non prevede alcun divieto. È tuttavia necessario comunicare all'Ordine un solo indirizzo PEC.

Per attivare la casella PEC occorrerà collegarsi al sito web del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi www.psy.it e non al sito web dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

L’Area riservata del CNOP e quella dell’Ordine del Lazio sono ospitate su due siti web diversi.

Ne consegue che non è possibile accedere all’Area riservata del sito www.psy.it con le stesse credenziali usate per accedere al sito www.ordinepsicologilazio.it. Se non è stata effettuta prima la registrazione, sarà necessario farlo cliccando su Registrazione psicologi e inserendo i propri dati.

Nel caso in cui fossero passate solo poche ore dall'iscrizione all'Albo, potrebbero non essersi ancora concluse le operazioni di aggiornamento dell'Albo Unico Nazionale.

Nella maggior parte dei casi tale aggiornamento potrebbe richiedere 48 ore e in rare occasioni potrebbero impiegare fino ad un massimo di 7 giorni. Per tale ragione si consiglia di effettuare un tentativo di registrazione sul sito web www.psy.it una volta che il proprio nominativo risulta pubblicato sull'Albo Unico Nazionale.

Se il proprio nome e/o cognome è accentato, per concludere la registrazione sarà necessario inserire la lettera non accentata seguita un apostrofo (es. D’ANGIO’).

Probabilmente l’e-mail contenente la password provvisoria è stata contrassegnata come spam dal proprio sistema di posta elettronica. È consigliabile verificare nella cartella della posta indesiderata l’eventuale presenza del messaggio e contrassegnare come mittente attendibile l’indirizzo e-mail dal quale è stata inviata.

Se così non fosse, occorre mettersi in contatto con la segreteria del CNOP, che gestisce il sito www.psy.it, per una verifica tecnica.

Tel: 0644292351
Email: info@psy.it

In fase di registrazione potrebbe essere stato digitato in maniera non corretta il proprio indirizzo di posta elettronica. In questo caso sarà necessario contattare telefonicamente il CNOP al numero 0644292351 per chiederne la rettifica.

In questo caso è consigliabile rivolgersi alla segreteria del CNOP, che gestisce il sito www.psy.it, per una verifica tecnica.

Tel: 0644292351
Email: info@psy.it

L’indirizzo PEC deve necessariamente essere nominativo. Occorrerà dunque scegliere una tra le otto alternative proposte in automatico.

È possibile risalire alla password originaria collegandosi all’Area riservata del sito www.psy.it e cliccando sulla voce PEC. Se la password originaria è stata modificata, occorrerà reimpostarne una nuova seguendo la procedura prevista dal gestore Aruba alla pagina Password dimenticata?

È possibile modificare la password accedendo alla pagina https://gestionemail.pec.it e cliccando su Cambio password.
 

È possibile risalire al proprio indirizzo PEC collegandosi all’Area riservata del sito www.psy.it e cliccando sulla voce PEC. In alternativa, sarà possibile recuperare l'indirizzo PEC consultando il sito www.inipec.gov.it: per risalire alla propria scheda pubblica sarà sufficiente inserire nome, cognome e ordine di appartenenza.

Se è stata attivata la casella PEC fornita dall'Ordine non è necessaria alcuna comunicazione al ReGIndE, che verrà aggiornato automaticamente dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi.

Non necessariamente. Tuttavia l'Ordine potrebbe avvalersi di tale indirizzo per le comunicazioni formali mentre le comunicazioni informali, come ad esempio le Newsletter, verranno inviate all'indirizzo e-mail ordinario

Sì, è possibile inviare un messaggio anche ad una casella di posta ordinaria.

Le impostazioni predefinite della casella non consentono di ricevere messaggi da caselle di posta elettronica tradizionali. Tuttavia, è possibile modificare queste impostazioni accedendo alla pagina https://gestionemail.pec.it e cliccando su Casella.
 

Tutte le informazioni per configurare la propria casella PEC sul proprio Pc, Mac, tablet o smartphone sono disponibili alla pagina https://guide.pec.it/posta-pec/configurare-casella-pec/configurare-casella-pec-programma-posta.aspx.

Sì, è possibile sia configurare la casella sul proprio client di posta elettronica (clicca qui per conoscere i parametri di configurazione di Aruba) sia utilizzare l’applicazione dedicata. Per una guida al riguardo, è possibile consultare la pagina https://www.pec.it/PecMobileApp.aspx.

Sì, gli iscritti all’Albo già titolari della PEC gratuita possono richiedere l’ampliamento di spazio della propria casella (1 GB), al costo agevolato di euro 3,00 l’anno + Iva o il servizio di conservazione sostitutiva dei messaggi (1 GB), al costo agevolato di 4,00 euro l’anno + Iva. Per attivare i servizi aggiuntivi è necessario:
accedere all’Area clienti di Aruba collegandosi alla pagina https://areaclienti.arubapec.it e inserire:user: l’indirizzo della casella PEC per estesopassword: la password della casella PECcliccare su “Lista caselle PEC” e selezionare la propria casella;cliccare su “Nuovo servizio aggiuntivo” e scegliere il tipo di servizio;acquistare il credito per il pagamento del servizio aggiuntivo.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy