Aspetti deontologici nella comunicazione mediatica e nella pubblicizzazione delle attività professionali

Video protetto

Aspetti deontologici nella comunicazione mediatica e nella pubblicizzazione delle attività professionali

Secondo dei quattro incontri di formazione a cura della Commissione Deontologica

La deontologia è un dominio di interfaccia e istituisce il rapporto tra princìpi etici (soggettivi e della comunità professionale), cornice giuridica entro cui si esercita la professione (diversa da Paese e Paese), e criteri metodologici dell’intervento (che variano da modello a modello e a seconda delle aree di azione: clinica, lavoro e organizzazione, scuola etc.).
La comunicazione mediatica, attraverso i vari canali, ha subìto un incremento significativo negli ultimi anni per quanto riguarda vari ambiti della psicologia:
criminologico, della salute, dell’educazione ecc.. Il parere dello psicologo viene richiesto su mezzi televisivi, sulla stampa, in rete. Diviene dunque fondamentale riflettere sulle indicazioni del Codice deontologico che devono guidare il nostro operato per una informazione corretta e rispettosa delle regole.
Per quanto riguarda un’altra forma rilevante di comunicazione, la pubblicizzazione dell’attività professionale, risulta altrettanto importante attenersi alle regole, ma anche valutare alcune forme di opportunità che sono alla base della valorizzazione della nostra professione anche dal punto di vista della dignità e del decoro.

Sono stati forniti esempi e riferimenti pratici.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy