Quali prospettive e quali opportunità per gli psicologi in ambito pubblico e sociale

Gli psicologi nel SSN della Regione Lazio

Negli ultimi due anni abbiamo assistito a una fiorente stagione di concorsi pubblici per Dirigenti Psicologi nel Servizio Sanitario Regionale del Lazio. Dopo oltre venti anni di quasi totale assenza di concorsi, le ASL laziali hanno indetto specifiche procedure per immettere negli organici di consultori e altre strutture decine di nuovi specialisti, riconoscendo alla disciplina psicologica un ruolo tutt’altro che secondario per la tutela della salute mentale dei cittadini laziali.

Ci auguriamo che questo sia solo l’inizio e che le istituzioni governative locali continuino a dare prova della loro lungimiranza, comprendendo appieno come un investimento in psicologia non possa che apportare notevoli benefici in termini di riduzione della spesa pubblica del Servizio Sanitario Regionale e più in generale per la piena affermazione del diritto alla salute della collettività.

Nel frattempo che le procedure concorsuali in atto completino il proprio ciclo, l’Ordine degli Psicologi del Lazio ha avuto il piacere di incontrare alcuni interlocutori istituzionali per avviare un dibattito sul ruolo dello psicologo nel pubblico e nel sociale.

Federico Conte
Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio

Rodolfo Lena
Presidente della Commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare del Consiglio Regionale del Lazio

Stefano Borioni
Psicologo, Coordinatore socio-sanitario presso la Cooperativa GMA

Stefania Mariantoni
Dirigente Psicologo della ASL di Rieti ed Ex Assessora alle Politiche Sociali, Solidarietà, Integrazione della Città di Rieti.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy