Bullismo e cyberbullismo a scuola

Progetto di intervento rivolto alla scuola secondaria di secondo grado

Scenario

Un report pubblicato su Jama Pediatrics evidenzia, a livello mondiale, l’aumento di disturbi della salute mentale tra i giovani a seguito della pandemia; in particolare, il maggiore uso della Rete e il raddoppio del tempo trascorso online hanno acuito il senso di isolamento dei ragazzi, sempre più esposti a episodi di bullismo e cyberbullismo. Nel 2021, la percentuale di casi di vessazioni online è cresciuta del 59%: in Italia, ne è vittima il  37% degli studenti tra i 13 e i 15 anni, il 31% ha subìto violenza fisica. Gli atti di bullismo che un tempo rimanevano confinati negli Istituti scolastici, oggi proseguono in Rete, arrivando nelle case dei giovani senza che questi possano sfuggirvi. Le conseguenze sono spesso riscontrabili nelle difficoltà di apprendimento scolastico e in problemi di salute mentale a medio e lungo termine.  

In questo scenario risultano importanti le azioni di prevenzione, di esplorazione e di intervento sul problema, tenendo a mente la complessità dei fenomeni bullismo e cyberbullismo, tali da richiedere una visione sistemica e una progettazione che implichi le scuole, le famiglie e le istituzioni territoriali. 

Obiettivo

Il progetto vuole intervenire nelle Scuole Secondarie di secondo grado, per aiutare studenti, docenti, dirigenti, psicologi e famiglie a riconoscere, comprendere e prevenire il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo entro il contesto scolastico. 

Obiettivi specifici
  • Esplorare e comprendere il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo nei contesti scolastici;
  • Individuare strumenti utili nell’intervento sui fattori di rischio, sui disagi psicologici vissuti dagli studenti, sugli episodi di aggressività e violenza a scuola e online. 
  • Costruire un dispositivo di intervento per facilitare il riconoscimento dei casi di bullismo e cyberbullismo e la richiesta di intervento ai servizi psicologici scolastici;
  • Condividere con dirigenti scolastici, docenti e famiglie alcuni eventi critici che aiutano a individuare i casi di bullismo e cyberbullismo;
  • Formare la comunità scolastica sulle competenze trasversali, utili allo sviluppo di rapporti di scambio, al lavoro di gruppo e al senso di appartenenza;
  • Promuovere la funzione e la competenza psicologica a scuola come strumento per lo sviluppo degli individui e dei rapporti.
  • Mappare e presentare realtà territoriali in grado di offrire supporto alle scuole

Membri

Andrea Civitillo

Andrea Civitillo

Coordinatore

Vera Cuzzocrea

Vera Cuzzocrea

Coordinatrice

Beatrice Greco

Beatrice Greco

Coordinatrice

Sara Ceccacci

Sara Ceccacci

Componente

Elena Russo

Elena Russo

Componente

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy