Mancato adempimento dell'obbligo formativo

Le conseguenze nei casi di inadempienza

Il mancato adempimento dell’obbligo formativo comporta una situazione di illecito disciplinare, valutabile come violazione dell’articolo 5 del Codice deontologico degli Psicologi. Il professionista non in regola con l’obbligo di formazione continua è in altre parole esposto al rischio sanzioni disciplinari comminate dal Consiglio dell’Ordine di appartenenza, che sono - in ordine di gravità - l’avvertimento, la censura, la sospensione dall'esercizio professionale per un periodo non superiore ad un anno fino al caso estremo della radiazione. Inoltre, a decorrere dal triennio formativo 2023-2025, il professionista che non è in regola con almeno il 70% dell’obbligo formativo ECM, non sarà protetto dalla copertura assicurativa in caso di contenzioso.

No, le sanzioni per il mancato adempimento dell’obbligo formativo non sono di natura economica.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy