Introduzione all’Acceptance and Commitment Therapy

Video protetto

Introduzione all’Acceptance and Commitment Therapy

Gli elementi di base che costituiscono l’approccio terapeutico ACT

L’Acceptance and Commitment Therapy, i cui principali fondatori sono S. Hayes, K. Stroshal e K. Wilson, rappresenta uno dei più interessanti sviluppi nell’ambito delle teorie cognitivo-comportamentali della cosiddetta “terza generazione”.

È una terapia che promuove la flessibilità psicologica, intesa come capacità della persona di perseguire mediante azioni i propri valori più profondi, facendo esperienza e accogliendo quanto accade nel qui ed ora.
L’ACT fonda le proprie radici epistemologiche sul contestualismo funzionale e le sue fondamenta teoriche ed empiriche sull’analisi del comportamento verbale e dei processi cognitivi, basati sulla RFT (Relational Frame Theory). Decenni di solida ricerca sperimentale a livello internazionale suggeriscono che la flessibilità psicologica è alla base della salute mentale e di una vita soddisfacente; che, inoltre, molti degli strumenti mentali che utilizziamo per risolvere problemi, spesso ci intrappolano in situazioni che generano sofferenza.

Durante il webinar si sono sintetizzati gli elementi di base che costituiscono l’approccio terapeutico, nonostante la complessità che caratterizza dal punto di vista scientifico il suo impianto teorico-metodologico.

Allegati

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy